Branding e packaging

Partiamo da Adamo ed Eva

“Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture.” Genesi 3:7

Ecco come la Bibbia racconta la prima applicazione di branding. Dopo aver mangiato il frutto proibito, Adamo ed Eva si rendono conto della propria nudità e cercano qualcosa per coprirsi, utilizzando le foglie di fico. Perché era proprio un fico l’Albero della Conoscenza: l’iconografia moderna lo ha però trasformato in un melo, a causa di un’errata traduzione dal latino “malum”.

Da qui nasce anche il cosiddetto “pomo d’Adamo”, che sarebbe il frutto proibito fermatosi nella gola di Adamo. Altre interpretazioni descrivono l’Albero della Conoscenza come una vite, un mandorlo, un melograno, un cedro o addirittura una pianta di pomodoro!

Nel momento in cui gli artisti medievali nei loro dipinti iniziavano a coprire i corpi di Adamo ed Eva con foglie di fico, si affermava uno dei primi marchi universalmente riconosciuti: uomo nudo + foglia di fico = Adamo. Un marchio potentissimo, semplice e facilmente identificabile.

Ogni azienda vorrebbe che il proprio marchio avesse la stessa efficacia nel far ricordare il prodotto!


Le caratteristiche di un buon marchio

Per avere delle possibilità di essere ricordato con facilità dal mercato un marchio di prodotto deve avere tre caratteristiche fondamentali:
- semplicità, generalmente i loghi più essenziali sono quelli che durano più a lungo e vengono ricordati meglio
- forte caratterizzazione, il marchio deve essere distinguibile non solo da quelli della concorrenza ma in assoluto da tutti i loghi sul mercato
- attinenza al tema, se il prodotto ha nel proprio nome degli elementi che possano essere tradotti visivamente o dei riferimenti ad oggetti, luoghi o colori particolari, questi dovrebbero essere utilizzati per rafforzare il collegamento tra nome e marchio.


Branding e Packaging

Il branding di prodotto è fortemente legato al packaging, in quanto l’aspetto della confezione è uno dei principali veicoli comunicativi. Attualmente i trend per il packaging definiscono due strade principali: minimalismo e sostenibilità.
La progettazione è un elemento determinante nel favorire l’eco-compatibilità del packaging. Senza contare che un imballaggio ben progettato, originale e coerente con la comunicazione pubblicitaria, contribuisce in maniera decisiva al successo del prodotto.

Eden Exit progetta e sviluppa strategie di branding per il lancio o consolidamento di prodotti o servizi, integrando tutti gli aspetti comunicativi e il packaging.

Sapendo che, per interpretare il futuro, a volte è necessario partire da Adamo ed Eva...