Comunicazione ambientale
--> Alcuni progetti di Comunicazione ambientale
RIGIOCHIAMO
RIGIOCHIAMO

Rigiochiamo è un progetto ecologico solidale rivolto ai bambini per sensibilizzarli al tema del riciclo e riutilizzo dei giocattoli.

Approfondimento

 
AMBIENTE SERVIZI
AMBIENTE SERVIZI

Ambiente Servizi è una società a capitale pubblico che si occupa della raccolta dei rifiuti urbani, servendo quasi 60.000 utenze.

Approfondimento

 
AMBIENTE
AMBIENTE

Ambiente.it è un portale tematico che offre informazioni e servizi per aziende e professionisti dei settori ambiente e sicurezza in azienda.

Approfondimento

 
Comunicare per vivere meglio

I rifiuti rappresentano una sfida a livello ambientale, sociale ed economico per l’Europa nel suo complesso e per l’Italia in modo particolare. Sacchi della spazzatura, discariche abusive e liquami tossici: senza dubbio questo argomento evoca immediatamente una serie di immagini negative.

Ma i rifiuti rappresentano anche un’opportunità per lo sviluppo delle imprese e per la creazione di nuovi posti di lavoro: un’industria capace di generare in Italia 40 miliardi di EURO nel periodo 2000-2004 secondo una ricerca della Commissione Ambiente della Camera presentata lo scorso ottobre. Nello stesso periodo, l’industria del riciclo è cresciuta del 5% superando l'incremento del 3,8% dell'industria nazionale nel suo complesso.

In questa situazione di sviluppo è molto importante per le azienda pubbliche e private partecipare in uno sforzo comune rivolto alla sensibilizzazione della società riguardo alle problematiche ambientali, in quanto è anche passando attraverso una maggior coscienza sociale che si pongono le basi per uno sviluppo del proprio business.


La comunicazione ambientale

Il primo obiettivo delle azioni di comunicazione relative ai rifiuti e al riciclo, è il cambiamento della percezione di cittadini e aziende rispetto alla tematica. I rifiuti non devono più essere visti come un problema, una “cosa sporca” da nascondere, ma come un’opportunità.

A tale scopo un progetto di comunicazione ambientale integrato si deve rivolgere varie direzioni, ed in particolar modo fare leva sugli interessi collettivi a lungo termine e sugli interessi individuali a breve termine.

I primi sono tipicamente correlati alla preservazione ambientale e al concetto di sostenibilità, come sviluppo che non comprometta la sopravvivenza delle generazioni future. La prospettiva è a lungo o lunghissimo termine, e presuppone il fatto che tutta la collettività si impegni ad applicare determinati comportamenti virtuosi.
La soluzione sta nel far sentire l’individuo partecipe, poiché l’impatto del singolo viene abitualmente percepito come marginale e pertanto poco importante. In questo caso gli argomenti puramente ambientali sono di per sè efficaci, poiché ci si rivolge ad una parte della popolazione che ha già una certa sensibilità verso il tema.

Bisogna però fare i conti con altri interessi, quelli a breve termine, che si esplicitano in risparmi di tempo, convenienza e soddisfazione del servizio, e sui quali è necessario far leva per far breccia in quella parte di popolazione scarsamente sensibile al problema ambientale. In questo caso il bilanciamento tra riconoscimento dei comportamenti corretti e coercizione delle condotte scorrette è una strategia estremamente efficace.


Le campagne di sensibilizzazione rivolte alle scuole

I bambini sono il target ideale per far crescere la sensibilità ambientale nella società, stimolando comportamenti virtuosi non solo da parte dei bambini stessi ma anche dalle loro famiglie. Tuttavia bisogna considerare che le scuole sono sommerse da materiale per l’insegnamento.

Nel caso si desideri attivare una campagna di sensibilizzazione ambientale rivolta ai bambini, il materiale deve essere preparato in modo professionale e tenendo presente che gli insegnanti devono essere in grado di capire e pianificare l’utilizzo del materiale senza spendere troppo tempo.


Le campagne di sensibilizzazione rivolte agli immigrati

I cittadini italiani stanno acquisendo sempre più una sensibilità verso le problematiche ambientali: questo risultato però è giunto dopo molti anni e sono state necessarie varie campagne di sensibilizzazione.

In molti immigrati le conoscenze relative alle problematiche ambientali sono minime o assenti. D’altro canto però il concetto di sostenibilità viene ben percepito: il Corano, ad esempio, dice che bisogna comportarsi con moderazione nei riguardi della natura. In Italia la maggioranza degli immigrati ha problemi a causa di un basso livello di educazione, disoccupazione e scarsa conoscenza della lingua italiana, il che comporta una scarsa socializzazione con le comunità locali. I loro amici, familiari e le associazioni possono perciò rappresentare un ottimo veicolo per trasmettere loro delle informazioni, e di estrema importanza è il ruolo delle donne.

Se volete saperne di più sul modo migliore per sviluppare progetti di comunicazione ambientale veramente efficaci, contattate noi o la nostra consociata Fantambiente